3 Dicembre 2019

Semi di zucca: benefici per la prostata ingrossata e non solo!

Simbolo dell’autunno sulle nostre tavole, la zucca è un alimento consumato in tutto il mondo appartenente alla famiglia delle Cucurbitacee. I semi di zucca sono noti nella medicina tradizionale per le loro potenzialità terapeutiche ed il loro alto valore biologico è stato confermato da diversi studi scientifici. In particolare l’olio di semi di zucca (ottenuto dalla pressatura a freddo dei semi), i suoi estratti o i semi al naturale sono indicati come rimedio fitoterapico e valido integratore nei pazienti affetti dall’iperplasia prostatica benigna (IPB) e relativo corteo sintomatologico. Studi clinici hanno infatti dimostrato come i fitosteroli contenuti nei semi siano efficaci nella riduzione dei LUTS (lower urinary tract symptoms): urgenza minzionale, nicturia, sensazione di incompleto svuotamento e ritenzione urinaria. Studi in vitro hanno evidenziato che quest’azione è dovuta nello specifico al delta-7-sterolo, il quale essendo strutturalmente simile al testosterone, ha una duplice funzione di inibizione enzimatica e di blocco recettoriale, con un effetto antiandrogenico e quindi di riduzione dell’iperplasia ghiandolare. I semi di zucca sono inoltre ricchi di zinco e arginina, elementi coinvolti nella normale fisiologia della ghiandola prostatica e nella fertilità del maschio.

The role of Cucurbita pepo in the management of patients affected by lower urinary tract symptoms due to benign prostatic hyperplasia: A narrative review.

Damiano R, Cai T, Fornara P, Franzese CA, Leonardi R, Mirone V.

Arch Ital Urol Androl. 2016 Jul 4; 88(2):136-43.

- Vedi tutti gli articoli

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE